Prenotazione alberghiera e pagamento della penale per disdetta del cliente

Nel nostro ordinamento giuridico manca una disciplina organica in materia di prenotazione alberghiera e ciò ha determinato tra gli operatori del diritto nonché tra gli operatori del settore ed i consumatori, notevoli divergenze di opinione in merito.
La Corte di Cassazione ha stabilito, con la sentenza n.707 del 2002, che “il contratto di albergo, pur presentando aspetti comuni con diversi contratti tipici, se ne differenzia per peculiari caratteristiche e va considerato atipico. Il suo contenuto è costituito da una molteplicità di prestazioni che si estendono dalla locazione dell’alloggio alla fornitura di servizi senza che la preminenza da riconoscere alla locazione dell’alloggio possa valere a fare assumere alle altre prestazioni carattere accessorio sotto il profilo causale (Cass. 28.11.1994 n. 10158).E’ un contratto consensuale ad effetti obbligatori, che nella prassi ordinaria si perfeziona verbalmente con la conferma, da parte dell’albergatore, della disponibilità dell’alloggio, indipendentemente dall’assegnazione e, a maggiore ragione, dall’occupazione della camera (Cass. 29.1.1981 n. 690, soprattutto in motivazione); si può, però concludere fra persone lontane mediante scambio di proposta ed accettazione. In questo caso il contratto si considera concluso nel momento in cui il proponente, che può essere indifferentemente l’albergatore o il cliente, viene a conoscenza dell’accettazione e, ove sorgano contestazioni sulle obbligazioni vicendevolmente assunte, occorre avere riguardo alla proposta, quale si è delineata anche nel corso di eventuali trattative orali, tenuto conto che l’accettazione che contenga modifiche o integrazioni si trasforma in nuova proposta, bisognevole di accettazione da parte dell’originario proponente”.

Nel nostro attuale ordinamento giuridico, il contratto d’albergo non è regolato né dal codice civile né da leggi speciali, è un contratto atipico consensuale ad effetti obbligatori tra le parti, albergatore e cliente, molto diffuso nella pratica sociale. Non trattandosi, dunque, di un contratto formale, l’accettazione da parte del cliente può avvenire in forma verbale e anche per telefono o via internet. Resta il fatto che, una volta concluso il contratto, esso ha forza di legge tra le parti, vincolandole a rispettare gli obblighi assunti nel contratto. Le parti non potranno sciogliersi unilateralmente dal vincolo contrattuale.

Una delle cause di risoluzione del contratto previste dalla legge è disciplinata dall’art. 1373 c.c.. In genere, nel contratto d’albergo viene stabilito un termine entro il quale il cliente può disdire la camera, cancellando la prenotazione, e quindi recedere dal contratto, senza incorrere in alcuna penale. Di solito per le prenotazioni individuali il termine per il recesso è di non oltre 24 ore prima dell’arrivo in hotel. Siccome non c’è una normativa specifica in merito, né generale, bisogna rifarsi agli usi e consuetudini applicati nella provincia o nella Regione di riferimento.
Generalmente gli hotel fissano al cliente un termine per il recesso, ed evitare così il pagamento della penale, di 48 ore prima dell’arrivo in albergo (entro le ore 12:00 di 2 giorni prima dell’arrivo orario dell’Hotel).
Se una prenotazione è cancellata oltre tale limite e in caso di mancato arrivo si addebita sulla carta di credito fornita al momento della prenotazione una penale pari al costo della prima notte.
Molti operatori lo dichiarano espressamente sui propri siti internet alla voce Termini e Condizioni, prevenendo ogni dubbio che in seguito possa sorgere in merito.
Il costo della penale per recesso effettuato oltre termine, di solito, non supera il costo di un pernottamento.
Nel caso in cui il cliente comunichi tardivamente la disdetta all’albergatore, incorrerà in un inadempimento contrattuale e sarà tenuto al risarcimento del danno.

Vai alla sentenza n.707/2002 della Corte di Cassazione.

Mena Cirillo

Mena Cirillo

Avv.P. abilitato iscritta al Foro di Nocera Inferiore (SA) e curatore del sito consultolegale.com.
Per appuntamenti e contatti menacirillo@gmail.com
Mena Cirillo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>