Appalti pubblici. Cauzione provvisoria insufficiente e soccorso istruttorio

Il TAR Campania – SALERNO, con la sentenza sopra emarginata ha stabilito che «In linea di principio e per costante giurisprudenza (per tutte Consiglio di Stato sent. 493/2012), la presentazione di una cauzione provvisoria insufficiente, non costituisce motivo di esclusione dalla gara, essendo in tal caso onere della stazione appaltante consentirne l’integrazione in virtù del principio del c.d. “soccorso istruttorio”».
Inoltre, si è chiarito che nelle gare di appalto aventi ad oggetto la progettazione e l’esecuzione dei lavori, l’importo della cauzione provvisoria si calcola solo sul valore dei lavori da affidare, quindi al netto del valore degli oneri per la progettazione.
Avv. Federico MAGGIO

Vai alla sentenza del Tar Salerno n. 961/2015.

Federico Maggio

Esercita la professione di Avvocato con studio in Salerno alla Via Giovanni Lanzalone n. 3 e con studio in Padula Scalo (SA) alla Via Nazionale n. 574.
L’ambito di attività riguarda la consulenza ed il contenzioso in materia di Diritto Civile e Diritto Amministrativo. | Email: studiolegalecama@hotmail.it | [maggiori info e curriculum vitae]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>